Bollicine di...mela!

Anche la mela può raccontare una storia...spumeggiante

Proprio come Bonnie e Clyde, anche la mela e l'Alto Adige appartengono ad uno stesso inseparabile binomio. Eppure, qui in Alto Adige, fino a poco tempo fa il potenziale di questo frutto non era stato del tutto esplorato. Ed è proprio qui che è entrato in gioco Martin Pichler! Il giovane coltivatore di mele e junior chef dell'Apfelhotel Torgglerhof a Saltusio, in Val Passiria, crede fortemente che la mela abbia una storia da raccontare, proprio come l’uva e il vino. 410_-_Apfelhotel_August_2019_%28Emi_Massmer_Emotions%29%5B1%5D Da queste basi è nata una piccola manifattura, un ambizioso progetto di famiglia in cui Martin realizza con le sue mani un delizioso, fresco e fruttato sidro di mele di nome Anderdog. Su richiesta, Martin e la sua famiglia aprono le porte della produzione e della cantina dove nasce questa succulenta bevanda: per informazioni potete chiamarli al numero 0473 645433.
  400_-_Apfelhotel_Herbst_Shoot_-_Druckversion_%28Emi_Massmer_Emotions%29%5B1%5DL'Alto Adige è conosciuto per le sue mele, ma non per il suo sidro. Come mai?
In Alto Adige il vino di mela veniva prodotto già nel 19° secolo. Con l’aggiunta di uno spruzzo d’acqua fresca, veniva gustato come una bevanda rinfrescante e leggermente alcolica durante il lavoro nei campi di fieno; mio padre racconta ancora oggi questa storia. Eppure il sidro non ha mai fatto il grande salto, divenendo popolare tra la gente. In fin dei conti, affinando l’uva da tavola era possibile ottenere una bevanda con una maggiore gradazione alcolica. Il colpo finale che mise a dura prova il sidro in questo paese venne da Mussolini: al fine di promuovere l'industria vinicola italiana, Mussolini vietò tutte le bevande alcoliche al di sotto del 6% di gradazione.
 

Anche se poche persone lo conoscono in questo paese, il sidro ha una lunga storia alle spalle. Quali sono le origini di questa bevanda alla mela?
La patria del sidro è l’Inghilterra: al tempo era la bevanda della gente povera, a cui piaceva inebriarsi con una leggera gradazione alcolica. Le mele, in quei luoghi, difficilmente erano commestibili quindi decisero di fermentarle e dare il via alla trasformazione in alcol. Dalla Gran Bretagna, il sidro si è diffuso velocemente in tutto il mondo e oggi presenta una moltitudine di varianti locali. Da qualche anno, anche in Alto Adige.
  413_-_Apfelhotel_Herbst_Shoot_-_Druckversion_%28Emi_Massmer_Emotions%29%5B1%5D

Anche tu trasformi nella tua piccola manifattura parte delle mele del vostro raccolto in sidro. Come sei arrivato a questa idea?
Considerando il fatto che, come coltivatore di mele, ho sentito parlare per la prima volta del sidro a 18 anni, questo è abbastanza sorprendente. Al tempo non capivo perchè il sidro di mele veniva bevuto in tutto il mondo ma non qui in Alto Adige, la patria delle mele. Ciò mi ha incuriosito molto. Le prime prove effettuate nella nostra cantina mi hanno subito convinto, grazie a quel gusto inconfondibile. Non da meno, sapevo bene che concorriamo nella lega più prestigiosa a livello mondiale con l’altissima qualità delle nostre mele in Alto Adige. Dunque, sin dall’inizio c’erano tutti i presupposti per un’ottima produzione: dall’eccellente qualità delle mele, nostra preziosa materia prima, nasce un sidro altrettanto ottimo.  

Nel frattempo, Martin non si è limitato alla produzione del proprio sidro Anderdog, ha anche fondato l’Associazione Sidro dell’Alto Adige con altri sei produttori! L’obiettivo è quello di promuovere questa bevanda nella regione e a tal fine i giovani produttori si scambiano conoscenza ed esperienze. Dal sidro che assomiglia allo champagne fino al sidro frizzante e dissetante, la gamma di sidro altoatesino accontenta davvero tutti i gusti!  

Succo di mela fermentato, sidro, vino frizzante... il portfolio è immenso! Ma soprattutto, qual è la differenza tra sidro, cidre e cider? E cosa lo distingue dal resto delle bevande gassate che noi tutti conosciamo?
Cider è il nome inglese, e quindi internazionalmente riconosciuto, per il sidro. In questa categoria troviamo sidri fermi simili al vino, oppure sidri frizzanti più simili allo champagne o allo spumante. In Francia, tuttavia, il sidro si chiama Cidre. In Francia il sidro non solo ha una grande tradizione alle spalle, bensì anche un ottimo riscontro tra gli appassionati. È prodotto seguendo il metodo dello Champagne e pertanto anche la sua qualità è altissima. 408_-_Apfelhotel_Herbst_Shoot_-_Druckversion_%28Emi_Massmer_Emotions%29%5B1%5D  

Premetto: non ne ho mai bevuto uno! Che sapore ha un vero (e buon) sidro?
Leggero, fresco, fruttato e con una lieve nota acidula. Per me il momento migliore per gustare questa bevanda è durante una calda giornata d’estate, quando vuoi rinfrescarti e...sentire anche un po’ l’alcol (ride).  

Nel 2019 hai fatto piazza pulita al CiderWorld di Francoforte, ottenendo 112 punti su 120. Nel 2020, hai riconquistato l’Oro. Quale è segreto del tuo successo?
Tutti i sidri in Inghilterra vengono fatti, ad esempio, con il concentrato di succo di frutta: lì il mercato è nettamente maggiore rispetto alla coltivazione e il clima non è idoneo per una coltivazione di mele di qualità. Qui in Alto Adige, invece, è tutto molto diverso: abbiamo una produzione di massa di mele e la qualità è indiscutibile. Questi sono presupposti fondamentali per la produzione di un buon prodotto finale.  

Quali sono i passaggi da seguire prima che il sidro Anderdog possa essere gustato, dalla bottiglia alla tavola?
Raccogliamo a mano le nostre mele, dopodichè le pressiamo e chiarifichiamo in un serbatoio d’acciaio. Infine, iniziamo la fermentazione. In questo step si crea l’anidride carbonica che deve essere mantenuta all’interno della botte: per farlo sigilliamo ermeticamente il contenitore, facendo sì che la pressione si accumuli al suo interno. Quando si raggiungono i 2,5 bar, lo zucchero è ormai esaurito e il lievito muore lentamente: una volta terminata questa fase, anche la fermentazione si avvicina alla fine. In seguito spremo il succo di mela fresco, lo chiarifico e ci frullo il sidro, così da dare un leggero residuo di zucchero nel prodotto. L'Anderdog è imbottigliato sotto pressione ed è leggermente pastorizzato.
242_-_Apfelhotel_Herbst_Shoot_-_Druckversion_%28Emi_Massmer_Emotions%29%5B1%5D  

Dove hai trovato la conoscenza e le capacità necessarie per produrre un sidro da medaglia d'oro come l'Anderdog?
Ho letto alcuni libri, frequentato alcuni corsi e interpellato alcuni buoni amici per...tappare i buchi (ride).  

Cosa ti piace di più di questo processo?
A differenza dei viticoltori, noi coltivatori di frutta abbiamo sempre avuto una “cattiva reputazione”. I viticoltori hanno sempre potuto affinare il loro prodotto e in seguito parlarne e proporlo direttamente alla gente. Noi invece veniamo sempre etichettati come i cattivi con il barile di pesticidi. Ora per me, grazie al sidro, la situazione è cambiata. Posso realizzare il mio prodotto, parlarne con le persone, evocare emozioni nel cuore dei consumatori e ottenere un riscontro da parte loro: e questo è decisamente molto divertente.    

Descrivi il tuo Anderdog in tre parole:

Rinfrescante, leggero, fruttato e beverino.
  400_-_Apfelhotel_August_2019_%28Emi_Massmer_Emotions%29%5B1%5D

Nel vostro Apfelhotel a Saltusio create le più pazze versioni di cocktail con il tuo Anderdog come ingrediente. Come e con cosa lo apprezzi di più?
Generalmente non sono un grande fan del Gin. Eppure, Anderdog mixato con il Gin Dog è davvero strabiliante.
   

I consigli di Martin per il perfetto drink a base di sidro:

  • 4 cl Gin
  • 1,5 cl sciroppo di sambuco
  • un pizzico di zucchero di canna
  • 3/4 di lime
     

Mescolare tutto e completare con il sidro. Ecco a voi la perfetta bevanda estiva. Cin Cin!

Foto: © Apfelhotel Torgglerhof, Emi Massmer Emotions
Condividi
Lisa è una chiacchierona, solamente un foglio bianco immacolato riesce a zittirla! È tutto tranne che pigra e ama il mix di colori che chiama “vita”. Tra libri per bambini, caselle di posta elettronica, verdure colorate e il suo tappetino di yoga rosso fiammante, a volte si chiede quante ore possano effettivamente esserci in una giornata.

La tua vacanza